Cos’è la Naturopatia

La Naturopatia fa parte della Medicina Complementare, che si avvale di un insieme di pratiche, trattamenti e metodi per migliorare lo stato di benessere e di salute dell’individuo intervenendo sul “terreno” o “costituzione” di base. 

L’ obiettivo è la stimolazione della capacità innata di autoguarigione o di ritorno all’equilibrio del corpo umano, denominata omeostasi, attraverso l’uso di tecniche e di rimedi di diversa natura, oppure attraverso l’adozione di stili di vita sani e in armonia con i “ritmi naturali”. 

Viene definita una “nuova professione” e come tutto ciò che è “giovane” è spesso mal compresa, poco conosciuta o trattata con sufficienza. Precisiamo intanto che la Naturopatia è una professione un pochino più anziana di quel che si pensa; è nata a cavallo tra ‘800 e ‘900 come erede di vari movimenti salutisti ed igienisti diffusisi precedentemente, che tentavano di trovare vecchie-nuove vie per coltivare la salute. 

               NATUROPATIA >PREVENZIONE>RECUPERO dello stato di salute

Nel 2010 l’Organizzazione Mondiale della Sanità si esprimeva favorevolmente sulla Naturopatia, come si può  leggere di seguito in questo estratto: 

“Se praticata correttamente, la Medicina Tradizionale-Medicina Complementare e Alternativa (MT-MCA) può contribuire a proteggere e migliorare la salute e il benessere dei cittadini. “In generale, la Naturopatia privilegia la prevenzione, il trattamento e la promozione della salute ottimale attraverso l’uso di metodi terapeutici e modalità che aiutino  il processo di auto-guarigione, la vis medicatrix naturae. L’approccio filosofico della Naturopatia comprende la prevenzione delle malattie, la stimolazione dell’ intrinseca capacità di ristabilire la salute  del corpo, il trattamento naturale di tutta la persona, la responsabilità personale della  propria salute e l’educazione dei pazienti a stili di vita salutari. La Naturopatia miscela la secolare conoscenza delle terapie naturali con gli attuali progressi nella comprensione della salute e dell’essere umano stesso”

Alla radice del pensiero naturopatico vi è l’idea dell’essere umano come unità formata da corpo, mente ed anima, componenti che se non sono in armonia tra loro creano squilibri emozionali e fisici. L’individuo è dotato, per natura, di una forza che gli consente di autoregolare l’organismo e di conservare l’equilibrio di tali componenti, da cui dipende il suo benessere. Questa forza viene chiamata “forza vitale” o “energia vitale, ed è il punto di partenza da cui bisogna partire per ripristinare lo stato di salute.

Alcuni fattori ambientali, quali lo stress, le cattive abitudini di vita, l’alimentazione, lo smog, i conflitti, le emozioni distruttive, danneggiano la forza vitale dell’intero organismo. Da ciò derivano squilibri energetici chiamate “alterazioni del terreno individuale”.

Il Nauropata si occupa proprio di queste alterazioni. Ne individua l’origine e i metodi per eliminarli e stimolare la capacità innata dell’organismo a recuperare il proprio stato di benessere.

LEGGI ANCHE:

Cos’è il colloquio naturopatico

Il metodo di Nutrizione Vitale